Informazioni +39 049 7923211

23
Mag

Service dei Rotary Club per sostenere le ricerche contro il Covid-19

Hanno scelto di ricordare l’ingegner Pancolini con un service di 12.000 euro, destinati alla ricerca sul Covid-19. Questa l’iniziativa lodevole di sei Rotary Club del territorio, che hanno effettuato una donazione all’Istituto Veneto di Medicina Molecolare (VIMM), braccio operativo della Fondazione per la Ricerca Biomedica Avanzata di Padova.

Il Presidente del Rotary Club Camposampiero Paolo Gabriele

L’imprenditore Pancolini è stato per molto tempo socio del Rotary Camposampiero, ed il club ha scelto di ricordarlo nel migliore dei modi, coinvolgendo altri cinque club del territorio (Rotary Club Padova, Cittadella, Padova Nord, Padova Contarini e Rovigo) con una donazione per la ricerca sul virus che lo ha colpito.

Claudio Pancolini, ingegnere di talento, ha fondato nel 1972 l’azienda CIB Unigas, prima impresa completamente dedicata alla realizzazione di bruciatori di elevata qualità. L’impresa è cresciuta evolvendosi a Società per Azioni per attraversare tutti gli anni ’80 e ’90 con i prodotti innovativi con un trend in continua ascesa. Oggi l’azienda esporta i suoi prodotti in tutto il mondo.

Il sostegno dei sei club Rotary è indirizzato alla ricerca del VIMM contro il Covid-19, orientata su un possibile nuovo approccio farmacologico che può essere determinante per bloccare il virus.  I due oncologi di fama internazionale professor Francesco Pagano, presidente della Fondazione Ricerca Biomedica Avanzata, e professor Andrea Alimonti, che al VIMM guida un gruppo di ricerca, hanno individuato che una delle proteine utilizzate dal coronavirus per contagiare le cellule risulta essere lo stesso enzima già studiato come marcatore tipico del cancro alla prostata. Questa proteina, chiamata TMPRSS, può essere inibita con farmaci già in commercio e quindi risultare una terapia efficace contro il Covid-19.  A supporto di questa ricerca ci sono i dati epidemiologici che evidenziano come, nonostante i pazienti oncologici presentino maggior rischio di infezione, i pazienti con tumore alla prostata in trattamento con i suddetti farmaci hanno una minor incidenza di essere colpiti dal virus.

La consegna ufficiale del service è stata effettuata nei giorni scorsi, ed è avvenuta durante una cena diversa dal solito. Per le limitazioni imposte dalle misure di contrasto al Coronavirus, l’evento si è svolto online: collegati gli associati dei club coinvolti ed i ricercatori del VIMM in prima linea, che hanno raccontato ai presenti gli sviluppi della ricerca.

Stai facendo una donazione a : Fondazione Ricerca Biomedica Avanzata

Quanto vorresti donare?
€20 €50 €100
Volete fare donazioni regolarmente? Mi piacerebbe fare donazioni
Quante volte ti piacerebbe che si ripetesse? (incluso questo pagamento) *
Nome *
Cognome *
Email *
Telefono
Indirizzo
Nota aggiuntiva
Loading...
Translate »