Contattaci +39.049.7923211

12
Dic

NUOVE SCOPERTE CONTRO IL LINFOMA MANTELLARE

La rivista scientifica Frontiers in oncology ha pubblicato il risultato della ricerca del gruppo del prof. Francesco Piazza coordinata dalla dott.ssa Sabrina Manni sull’identificazione di una nuova chinasi (la chinasi CK1 alpha) come target terapeutico nel linfoma mantellare.

Il prof. Piazza e il suo gruppo di ricerca al VIMM

Il linfoma mantellare (Mantle Cell Lymphoma, MCL) è una neoplasia ematologica dei linfociti B, le cellule del sistema immunitario fondamentali per la risposta anticorpale. Il MCL rappresenta circa il 6-8% di tutti i linfomi maligni B e colpisce di più i maschi e gli anziani ma si può presentare in tutte le fasce d’età. Si tratta di un linfoma a decorso clinico aggressivo nella maggior parte dei casi, caratterizzato da iniziali risposte alla terapia ma quasi invariabilmente da recidive continue. Pertanto, il linfoma mantellare è ad oggi difficilmente guaribile.

Sabrina Manni, ha ricevuto un grant Gilead sullo studio di chinasi come target terapeutici nel linfoma mantellare

Nonostante negli ultimi anni si siano fatti importanti progressi nella conoscenza di questo linfoma, rimane ancora molto importante identificare nuovi bersagli terapeutici. I ricercatori del VIMM del gruppo di ricerca di patobiologia dei linfomi e del mieloma, diretto dal Prof. Francesco Piazza, group leader VIMM e docente di Malattie del Sangue al Dipartimento di Medicina dell’Ateno di Padova, hanno scoperto che una proteina chinasi, chiamata CK1 alpha, è fondamentale per la sopravvivenza e la proliferazione delle cellule di MCL perché contribuisce a mantenere attiva un’importante cascata di reazioni biochimiche intracellulari dipendenti dal recettore della cellula B (B-cell receptor). Il B-cell receptor è una molecola di membrana centrale nella biologia del linfoma mantellare. Essa trasmette segnali di sopravvivenza e resistenza alle terapie e costituisce una delle principali molecole oggetto della ricerca scientifica nel MCL.

L’identificazione di nuovi regolatori del segnale del BCR, come nel lavoro pubblicato dalla dott.ssa Sabrina Manni del gruppo del Prof. Francesco Piazza, può aprire nuove prospettive nella conoscenza della biologia e nello sviluppo di terapie nel linfoma mantellare.

Leggi l’articolo su Frontiers in oncology

Stai facendo una donazione a : Fondazione Ricerca Biomedica Avanzata

Quanto vorresti donare?
€20 €50 €100
Volete fare donazioni regolarmente? Mi piacerebbe fare donazioni
Quante volte ti piacerebbe che si ripetesse? (incluso questo pagamento) *
Nome *
Cognome *
Email *
Telefono
Indirizzo
Nota aggiuntiva
Loading...
Translate »