Informazioni +39 049 7923211

04
Giu

Seminario del Professor Maurizio Corbetta e Premio Manzin martedì 12 giugno ore 17,00

 

Martedì 12 giugno alle ore 17,00 presso il nostro istituto in Via Orus 2 a Padova avrà luogo la consegna del Premio Fioretti Manzin alla ricerca, in occasione del quale si terrà il seminario Il cervello come una rete: come possiamo provare a sistemarlo quando si rompedel Professor Maurizio Corbetta, Ricercatore del nostro istituto, Ordinario di Neurologia dell’Università di Padova e Direttore del recentemente fondato Padova Neuroscience Center (PNC).

“Negli ultimi due decenni abbiamo imparato che il cervello è un sistema dinamico complesso simile ad altri sistemi complessi, come Internet e Facebook”. Nel corso della conferenza il Professor Corbetta – tornato da 18 mesi in Italia per dirigere la Clinica Neurologica dell’Azienda Università di Padova dopo 30 anni di lavoro negli Stati Uniti – illustrerà i principali fattori che influenzano le reti celebrali e l’effetto di lesioni, in particolare ictus, ma anche malattie degenerative su queste reti. “In questi due anni abbiamo messo a punto una strategia per simulare l’effetto di lesioni sulle reti cerebrali attraverso delle simulazioni al computer con l’obiettivo a lungo termine di trovare un modo per riequilibrare o ripristinare delle reti cerebrali più normali. Questa sfida si deciderà nei prossimi 10 anni” – conclude il Professor Corbetta. Il seminario, aperto a tutta la cittadinanza, sarà tenuto in italiano e si svolgerà in Aula Seminari dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare.

A conclusione del seminario verrà assegnato il Premio Fioretti Manzin per la ricerca scientifica. Il premio – giunto nel 2018 alla sua XI edizione – consiste nella consegna di tre borse di studio da 2.000 euro ciascuna ai ricercatori dell’Istituto che si sono distinti per la qualità del loro lavoro. Il Premio sarà consegnato dalla Signora Luisa Fioretti Manzin a tre ricercatrici – Anais Franco Romero, Simona Francia e Marilena Carrino – che nel corso dell’ultimo anno si sono contraddistinte per le loro ricerche nel campo rispettivamente delle malattie muscolari, delle neuroscienze e malattie neurodegenerative, delle leucemie e dei tumori solidi.

Nel corso della sua storia, il Premio Fioretti Manzin ha sostenuto più di 30 ricercatrici e ricercatori del VIMM, valutati ogni anno con criteri scientifici e oggettivi da un Comitato appositamente costituito. “La ricerca è strategica per limitare la sofferenza delle persone – afferma Luisa Manzin – e sostenerla significa contribuire al miglioramento della qualità della vita di tutti“: una straordinaria opportunità per tutti i ricercatori che vogliano continuare a svolgere ricerca in Italia e un esempio da seguire per tutti coloro che comprendono l’importanza di sostenere l’Istituto Veneto di Medicina Molecolare, vera e propria eccellenza nazionale ed internazionale.

Per confermare la partecipazione inviare una mail a filippo.ciampa@vimm.it

Scarica la locandina

Leggi l’abstract

Stai facendo una donazione a : Fondazione Biomedica

Quanto vorresti donare?
€20 €50 €100
Volete fare donazioni regolarmente? Mi piacerebbe fare donazioni
Quante volte ti piacerebbe che si ripetesse? (incluso questo pagamento) *
Nome *
Cognome *
Email *
Telefono
Indirizzo
Nota aggiuntiva
paypalstripe
Loading...