Informazioni +39 049 7923211

Emeriti

Francesco Pagano

Il lavoro di ricerca di Pagano Lab è focalizzato sulle neoplasie urologiche, con particolare attenzione al cancro alla prostata e alla vescica. Il cancro è la malattia di trasduzione del segnale prototipo in cui la segnalazione aberrante porta alla riprogrammazione di cellule normali trasformandole in cellule tumorali maligne. Siamo interessati a trovare nuovi e fattibili punti di intervento all’interno dell’intricata rete di segnalazione che governa la morte cellulare nelle cellule tumorali.

Stefano Schiaffino

Utilizzando una tecnica (single muscle fiber proteomics) messa a punto nel laboratorio di Matthias Mann di Monaco di Baviera, con cui collaboriamo, abbiamo studiato le proteine presenti in singole fibre del muscolo scheletrico umano, confrontando i muscoli di individui giovani e anziani. Queste ricerche hanno dimostrato che l’invecchiamento induce effetti diversi nei diversi tipi di fibre lente e veloci, per quanto riguarda sia gli adattamenti metabolici sia i meccanismi di controllo della qualità delle proteine (Murgia et al, 2017).
Mentre le proteine mitocondriali diminuiscono con l’invecchiamento in entrambi i tipi di fibre, la glicolisi e gli enzimi del metabolismo del glicogeno aumentano nelle fibre lente ma diminuiscono nelle fibre muscolari veloci. Un cambiamento divergente analogo si osserva per un sottogruppo di proteine (chaperones molecolari) che controllano il mantenimento delle proteine contrattili del muscolo.
I cambiamenti nel metabolismo e nel controllo di qualità delle proteine contrattili possono essere correlati alla capacità delle fibre muscolari lente di preservare la loro massa che invece si riduce progressivamente nelle fibre veloci durante l’invecchiamento. Questi risultati potranno essere utilizzati per identificare i meccanismi che inducono atrofia e perdita di forza contrattile con l’età (sarcopenia) e quindi a sviluppare appropriate contromisure.

Ernesto Carafoli

Il tema generale della ricerca nel Gruppo è il ruolo segnale del Ca2 + nelle cellule , con enfasi sul suo trasporto attraverso le loro membrane . Come è noto, il Ca2 + è il vettore più importante di segnali biologici. Trasmette le informazioni essenziali ai processi più importanti della vita delle cellule. La sua concentrazione e i suoi movimenti all’interno delle cellule devono quindi essere regolati in modo molto preciso. Se questo non avviene, la vita delle cellule è compromessa, e può divenire impossibile.

Stai facendo una donazione a : Fondazione Ricerca Biomedica Avanzata

Quanto vorresti donare?
€20 €50 €100
Volete fare donazioni regolarmente? Mi piacerebbe fare donazioni
Quante volte ti piacerebbe che si ripetesse? (incluso questo pagamento) *
Nome *
Cognome *
Email *
Telefono
Indirizzo
Nota aggiuntiva
Loading...